79° Open d’Italia: Day 1, Fitzpatrick primo, McIlroy secondo

Sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club, di Guidonia Montecelio (Roma), iil round d’apertura è stato sospeso per oscurità, dopo un ritardo nelle partenze per il maltempo.

0 Shares

Primo giro sospeso, ma subito i campioni all’attacco. L’inglese Matt Fitzpatrick, numero 11 al mondo, è al comando nella classifica provvisoria del DS Automobiles 79° Open d’Italia con “meno 5”, dopo 15 buche giocate, e il nordirlandese Rory McIlroy, numero due del World Ranking, è al secondo posto con 67 (-4) in numerosa compagnia.

Sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club (par 71) di Guidonia Montecelio (Roma), casa della Ryder Cup 2023, il maltempo ha costretto a posticipare le partenze di un’ora, causa poi della sospensione per oscurità. Fitzpatrick, 28enne di Sheffield, otto titoli sul DP World Tour, comprensivi di un Major, l’US Open vinto nello scorso giugno, secondo nell’Open d’Italia del 2019, ha realizzato cinque birdie senza bogey e sorpassato il gruppo di McIlroy che comprende, sempre con 67, lo spagnolo Adri Arnaus, il malese Gavin Green, lo scozzese Scott Jamieson, l’inglese Eddie Pepperell e il francese Antoine Rozner. Hanno lo stesso “meno 4” e possono ribaltare le posizioni l’iberico Alvaro Quiros, fermato dopo 16 buche, e l’olandese Joost Luiten, che ne ha cinque ancora a disposizione. Subito dietro, decimo con 68 (-3), il danese Nicolai Hojgaard, che difende il titolo.

Il migliore tra gli azzurri è stato il neo pro Filippo Celli, 14° con 69 (-2), mentre Francesco Molinari è 83° con 73 (+2). Non hanno completato il round l’inglese Luke Donald, capitano del Team Europe alla Ryder Cup 2023, 14° con “meno 2” dopo 14 buche, e il norvegese Viktor Hovland, numero dieci mondiale, 24° con “meno 1” dopo 15.

Gli azzurri – Esordio da professionista sicuramente positivo per Filippo Celli. Il 22enne romano ha avuto un avvio difficile, condizionato dal vento, e per dieci buche (due bogey, quattro birdie) ha inseguito il par, poi dalla undicesima giocata (la seconda del percorso essendo partito dalla dieci) ha cambiato marcia con grande autorità e con quattro birdie si è portato in alta classifica. Hanno tenuto un buon ritmo anche Luca Cianchetti e Andrea Saracino, 24.i con 70 (-1), mentre sono in 47ª posizione con il par Guido Migliozzi (14ª) ed Edoardo Molinari (15ª), vice capitano europeo alla prossima Ryder Cup. Renato Paratore è 65° con “+1” alla 13ª insieme al dilettante Flavio Michetti, stoppato alla 11ª, mentre Andrea Romano ha lo stesso score di Francesco Molinari.
I concorrenti che non hanno completato il giro riprenderanno il gioco domani, venerdì 16 settembre, alle ore 7,30.

Avatar
Redazione

Golf-Magazine è il tuo nuovo sito di informazione sul Golf. Un progetto giovane, ma con tanta voglia di crescere, e in fretta. Cercheremo di raccontare tutto ciò che avviene nel panorama italiano e mondiale, con le ultime notizie, gli aggiornamenti sui protagonisti, le interviste e i risultati in diretta.