79° Open d’Italia: Day 3, Fitzpatrick si riprende la vetta, McIlroy è secondo

Un finale che promette grandi emozioni sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club (par 71) di Guidonia Montecelio (Roma), nel torneo del DP World Tour

0 Shares

L’inglese Matt Fitzpatrick, numero undici mondiale, nuovamente al comando, Rory McIlroy, secondo nel world ranking, sorpassato sull’ultima buca, e ancora Francesco Molinari in rimonta nel “moving day“ del DS Automobiles 79° Open d’Italia. Le premesse per un ultimo giro che annuncia grandi emozioni e alta tecnica sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club (par 71) di Guidonia Montecelio (Roma), la casa della Ryder Cup 2023.

In un susseguirsi di cambi di scena, Fitzpatrick si è riportato in vetta alla graduatoria, dove era già stato al termine del primo round, con 203 (65 69 69, -10) colpi. Il 28enne di Sheffield ha trovato difficoltà sulle prime nove buche (un bogey), poi ha cambiato marcia sulle seconde nove e con il terzo birdie alla 18, per il parziale di 69 (-2), ha operato il sorpasso su McIlroy, leader dopo 36 buche, e sull’altro inglese Aaron Rai, anche lui al secondo posto (204, -9) dopo aver recuperato 18 posizioni con un 65 (due eagle, due birdie), miglior score del turno. Quanto a McIlroy, in una giornata piuttosto ventosa, è stato molto altalenante e non è andato oltre il 71 del par con tre birdie e tre bogey.

Nella volata finale non si risparmieranno certo Fitzpatrick e McIlroy per assicurarsi il titolo, a cui hanno detto a più riprese di tenere molto, ma a parte quella di Rai, avranno la concorrenza di altri giocatori di livello quali lo statunitense Kurt Kitayama, l’australiano Lucas Herbert e il francese Victor Perez, quarti con 205 (-8), lo scozzese Robert MacIntyre e il sudafricano Oliver Bekker, settimi con 206 (-7), e l’inglese Tyrrell Hatton (a segno nell’Open d’Italia 2017), nono con 207 (-6). E’ fuori gioco il norvegese Viktor Hovland, numero dieci al mondo, 32° con 212 (-1), e ha ceduto Luke Donald, capitano del Team Europe alla Ryder Cup 2023, 46° con 213 (par), che precede di un colpo il vice capitano Edoardo Molinari, 53° con 214 (+1), mentre l’altro vice capitano Thomas Bjorn, ha rimontato 31 posizioni (16° con 210, -3).

Recupera F. Molinari – Francesco Molinari, 13° con 209 (73 68 68, -4), ha continuato la sua rimonta iniziata dall’85° posto e passata per il 35° con un parziale di 68 (-3) con due birdie nella parte iniziale (è partito dalla buca 10), un bogey al giro di boa e altri due birdie nel rientro. E’ in crescita di rendimento e a un passo dalla top ten.

Ha tenuto il dilettante Flavio Michetti, 18enne di Ascoli Piceno, tesserato per il Marco Simone Golf & Country Club, 32° con 212 (-1) affiancato da Guido Migliozzi. Più indietro Filippo Celli, alla prima gara da pro, 46° con 213 (par), Stefano Mazzoli, 53° con 214 (+1) insieme al citato Edoardo Molinari, e l’altro dilettante Marco Florioli, campione del mondo a squadre con gli azzurri insieme a Celli (e a Pietro Bovari), 77° con 222 (+9).

Il terzo round è iniziato dopo la conclusione del secondo, sospeso la sera precedente per la sopravvenuta oscurità. Il taglio ha lasciato in gara 78 concorrenti, compresi sette italiani, tra i quali due dilettanti. Nell’ultima giornata, prima partenza alle ore 7:35, ultima alle ore 12:30 (McIlroy, Rai, Fitzpatrick). Il montepremi è di 3.000.000 di euro, con prima moneta di 510.000 euro.

Avatar
Redazione

Golf-Magazine è il tuo nuovo sito di informazione sul Golf. Un progetto giovane, ma con tanta voglia di crescere, e in fretta. Cercheremo di raccontare tutto ciò che avviene nel panorama italiano e mondiale, con le ultime notizie, gli aggiornamenti sui protagonisti, le interviste e i risultati in diretta.