I 10 migliori campi da golf al mondo. Dove giocare almeno una volta nella vita

Ecco quali sono i golf club in cui un vero golfista deve andare in buca almeno una volta nella vita.

0 Shares

Dalla Scozia al New Jersey, dall’Irlanda all’Africa passando per Giappone, Golf-Magazine vi porta alla scoperta dei 10 club più esclusivi al mondo per gli amanti del golf. Non solo paesaggi da sogno, dietro questi luoghi mitici si nascondono personaggi leggendari, storie e misteri che si perdono nei secoli. Tutto contribuisce a creare attorno a questi “green” quell’alone di fascino che li rende mete ambite anche dai semplici turisti, grazie a pacchetti vacanza pensati per lo sport, lo svago e il tempo libero di tutta la famiglia.

Ma vediamo, nel dettaglio, quali sono i golf club in cui un vero golfista deve andare in buca almeno una volta nella vita.

Embed from Getty Images

10 – Hirono Golf Club

Fondato negli anni ’30 in una stretta gola ricoperta di pini, vanta alcuni tra i bunker più difficili e spettacolari al mondo. Per chi non sa resistere al driver anche in vacanza, rappresenta una piacevole oasi di pace in cui immergersi, a poco più di due ore di macchina da Tokyo.

9 – Bjaavann Golf Course

Forse i campi da golf norvegesi non sono i migliori al mondo secondo i criteri tradizionali, ma giocare in riva al mare sotto il sole di mezzanotte è un’esperienza che non si dimentica facilmente.

Embed from Getty Images

8 – Verdura Resort

Annoverato tra i migliori percorsi d’Europa, il Verdura Resort è a Sciacca, Sicilia, ospitato in un resort di lusso con spiaggia privata superbamente affacciato sul Mediterraneo. Oltre alla straordinaria bellezza della location, il golf club vanta due percorsi con elevati standard tecnici, manutenzione impeccabile e manto erboso di qualità, e grazie al clima mite è praticabile in ogni periodo dell’anno.

7 – Vidalgo Palace

Circa un’ora a nord di Porto: un palazzo storico degli inizio del Novecento, perfettamente restaurato e con una moderna Spa termale all’interno, situato all’interno di un enorme bosco di più di 10 ettari. Il campo è stato progettato da Mackenzie Ross e poi ridisegnato per trasformarlo – senza rinnegare l’identità dell’originale – in un percorso ancora più spettacolare, costellato da viali e giochi d’acqua che conducono i golfisti nel fitto del bosco.

Embed from Getty Images

6 – Golf Links Pebble Beach

Pebble Beach Golf Links è probabilmente il corso più famoso d’America. Mentre fai strada attraverso i fairway stretti, non puoi fare a meno di immergerti nelle magnifiche viste delle coste rocciose lungo la costa del Pacifico.

5 – Fishers Island Club

Fishers Island è un’isola lunga sette miglia, situata nella parte più stretta del Long Island Sound tra New York, Connecticut e Rhode Island. Rinomato come uno dei campi più scenografici d’America, coloro che hanno la fortuna di giocare qui saranno trattati con viste d’acqua da quasi ogni tee e verde grazie alla sua posizione su una penisola. I fori di modelli senza tempo di Seth Raynor si armonizzano con la natura orizzontale dei suoi panorami mozzafiato sull’oceano in un modo che pochi altri corsi sul lungomare possono.

Embed from Getty Images

4 – Paradis Golf Club Mauritius

La più eccitante esperienza golfistica a Mauritius. Indimenticabile è l’unico termine adatto per descrivere una partita di golf sul campo del Paradis. Disegnato con alle spalle il profilo delle montagne, il circuito si snoda lungo il profilo di una baia spettacolare. L’affermazione che si tratti di uno dei campi da golf più suggestivi di tutta Mauritius è più che pertinente.

Embed from Getty Images

3 – Address Montgomerie

Situato nella pittoresca località di Emirate Hills, conosciuta come la Berverly Hills di Dubai, l’Address Montgomerie è una delle mete del golf più ambite in tutto il Medio Oriente. Colin Montgomerie, il famoso golfista che ha dato il nome all’hotel, ha progettato il campo da golf con l’aiuto di un’altra leggenda di questo sport, il defunto Desmond Muirhead. Con una superficie totale di oltre 107 ettari, che include 20 ettari di laghi artificiali, 37 ettari di giardini curatissimi e 81 grandi bunker, questo campo da competizione a 18 buche è tanto difficile quanto bello.

Embed from Getty Images

2 – Augusta National Golf Club

Augusta è conosciuta in tutto il mondo, vista in TV ogni primavera durante i Masters, uno dei tornei più venerati negli Stati Uniti, con il suo green stretto fronteggiato da uno stagno profondo, fiancheggiato davanti e dietro da profondi bunker mentre le azalee rosse e viola forniscono un bellissimo sfondo. Progettato da Bobby Jones e Alister Mackenzie, è uno dei campi più storici ed esteticamente gradevoli in tutto il mondo. Mentre Mackenzie e Jones hanno fatto il routing originale, da allora è stato alterato da Jack Nicklaus, Trent Jones, Tom Fazi e Perry Maxwell. Con la sua erba verde immacolata e le fitte file di pini che costeggiano ogni fairway, è facile capire perché Augusta è stata scelta per ospitare il Master ogni anno.

Embed from Getty Images

1 – Pine Valley Golf Club

Fondato nel 1955, il Pine Valley Country Club si trova nel cuore di Wilmington, nella Carolina del Nord. Il campo da golf privato a 18 buche è apprezzato dai golfisti di tutti i livelli. Da oltre 60 anni, il Pine Valley Country Club fornisce le migliori strutture esclusivamente per il pieno divertimento dei suoi membri e dei loro ospiti. E’ un campo da golf molto esclusivo dove per accedervi si deve essere personalmente invitati ed accompagnati da uno dei membri.

Avatar
Redazione

Golf-Magazine è il tuo nuovo sito di informazione sul Golf. Un progetto giovane, ma con tanta voglia di crescere, e in fretta. Cercheremo di raccontare tutto ciò che avviene nel panorama italiano e mondiale, con le ultime notizie, gli aggiornamenti sui protagonisti, le interviste e i risultati in diretta.