79° Open D’Italia: Presenti Fitzpatrick, i fratelli Molinari, Donald e Hovland

Non solo McIlroy. Dal 15 al 18 settembre, sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club che nel 2023 ospiterà la Ryder Cup, scenderanno in campo altri campionissimi

0 Shares

Un parterre di campioni. Non solo Rory McIlroy, numero 3 al mondo reduce dal terzo trionfo in carriera in FedEx Cup. Al DS Automobiles 79° Open d’Italia, torneo inserito nel calendario del DP World Tour, scenderanno in campo altri Major Champion come l’inglese Matt Fitzpatrick (decimo nel world ranking) e Francesco Molinari (suo il The Open nel 2018), che proverà a diventare il primo italiano a conquistare tre volte la competizione (dopo gli exploit del 2006 e del 2016), impresa mai riuscita a nessun azzurro. E non finisce qui.

Embed from Getty Images

Field delle grandi occasioni al Marco Simone Golf & Country Club, per un torneo con vista Ryder Cup. Tra i protagonisti in gara pure Luke Donald (ex numero 1 al mondo), capitano del Team Europe nella sfida agli Usa del 2023, e i suoi vice: il torinese Edoardo Molinari e il danese Thomas Bjorn.

Puntano in alto gli azzurri. Con i fratelli Molinari saranno della sfida, tra gli altri, il vicentino Guido Migliozzi e i romani Renato Paratore e Filippo Celli. Quest’ultimo si prepara a fare il debutto da professionista dopo una carriera da amateur che ha raggiunto il suo culmine lo scorso luglio quando ha conquistato in Scozia, nella 150esima edizione del The Open, la “Silver Medal” quale miglior dilettante del Major più antico al mondo della disciplina.

Embed from Getty Images

Sarà un torneo speciale per Fitzpatrick. Secondo all’Open d’Italia nel 2019, troverà in campo il fratello Alex. Con Matt – festeggia oggi i suoi 28 anni – che inseguirà un’altra impresa sul DP World Tour dove ha collezionato già otto titoli, cifra comprensiva di un Major, lo US Open vinto lo scorso giugno. Quando a Brookline, nel Massachusetts e sul percorso del The Country Club, nove anni dopo aver fatto suo lo US Amateur, ha conquistato anche lo US Open emulando quanto fatto in passato al Pebble Beach Golf Links, nel 1961 e nel 1972, da Jack Nicklaus, leggenda del golf.

Embed from Getty Images

Matt Fitzpatrick – “Non vedo l’ora di tornare a Roma per disputare l’Open d’Italia. Sarà un’occasione speciale avere nella Città Eterna anche mio fratello Alex. Il Marco Simone Golf & Country Club è il campo di gara della Ryder Cup 2023 e sono davvero curioso di vederlo da vicino e scoprire i suoi segreti. Ho fatto bene in passato in questo torneo e ho tutte le intenzioni di rimanere in contention per tutto il torneo”.

Francesco Molinari – “Sono tanti i motivi per cui bisogna essere entusiasti di giocare l’Open d’Italia, un evento che amo e che ho già vinto due volte. Queste sensazioni valgono per me e per tutti gli altri italiani in gara. Per noi è un torneo speciale, vogliamo mettere in bella mostra il Marco Simone Golf & Country Club e Roma”.

Avatar
Redazione

Golf-Magazine è il tuo nuovo sito di informazione sul Golf. Un progetto giovane, ma con tanta voglia di crescere, e in fretta. Cercheremo di raccontare tutto ciò che avviene nel panorama italiano e mondiale, con le ultime notizie, gli aggiornamenti sui protagonisti, le interviste e i risultati in diretta.